Il famoso gioco Barbie Fashion Designer ha affrontato delle sfide tecnologiche uniche

04/07/2023

"Sembrava il denaro che sarebbe stato fatto come risultato Stilista Barbie era su carta per stampanti specializzata."-- Scott Ross, co-fondatore di Digital Domain

Un nuovo rapporto di Polygon entra nella creazione di Stilista Barbie. Il gioco per PC del 1996 di Mattel era innovativo all'epoca per consentire ai giocatori di disegnare abiti nel gioco che potevano poi essere indossati dalle bambole Barbie della vita reale. Parte della storia di Polygon fa luce sulla tecnologia unica necessaria per realizzare un gioco di moda in un'epoca in cui tali titoli erano rari.

Quella tecnologia è stata specificamente citata come motivo dell'inclusione del gioco nella Video Game Hall of Fame del 2023. Il National Museum of Play di New York ha detto all'epoca che Stilista Barbie "è stato innovativo nel colmare il divario tra il digitale e il fisico. [...] E ha contribuito a espandere notevolmente il mercato dei videogiochi".

Come spiega Polygon, Stilista di moda il concetto originale è venuto da una giovane ragazza di nome EJ Rifkin che voleva usare il suo computer per creare vestiti che le sue bambole avrebbero poi potuto indossare. Suo padre Andy ha presentato l'idea a Mattel e, dopo aver ottenuto l'approvazione dell'azienda di giocattoli, alla fine ha collaborato con lo studio di effetti visivi Digital Domain.

Poiché ci sono così tante risorse di abbigliamento e diverse varianti tra cui scegliere, l'animatrice Vicky Kwan ha rivelato che avrebbe attaccato i vestiti al modello del gioco di Barbie e avrebbe animato l'abbigliamento mentre il personaggio camminava lungo la passerella della moda.

"Diciamo che fosse una seta, quindi avrebbe molto flusso", ha ricordato Kwan. "Se fosse lino o un tessuto più rigido, non avrebbe tanto movimento".

Per quanto riguarda l'animazione, Kwan ha aggiunto che il suo dipartimento ha dovuto animare a mano in alcuni casi in cui il tessuto poteva passare attraverso il corpo di Barbie. Se qualcosa sembrava fuori posto, avrebbe dovuto animarlo a mano o rimetterlo a posto.

Allo stesso modo, il capo dell'animazione Jordan Harris ha affermato che il modello di gioco di Barbie doveva essere adattato in modo che il suo viso potesse essere visto in ogni momento. Ha ammesso che è stato "molto bizzarro" cambiare le sue proporzioni e i suoi vestiti nel gioco, il che ha complicato lo sviluppo del gioco.

"A volte il motion capture non si traduce così bene in personaggi da cartone animato", ha detto Harris.

Le prove del fare Stilista Barbie

Il programmatore Patrick Dalton ha raccontato a Polygon di come il suo team ha scelto di tagliare i vestiti in pezzi diversi nel tentativo di risparmiare spazio e dati sul disco. In tal modo, ha detto, tutti i corpetti e le maniche del gioco "sono stati collegati allo stesso modo, quindi puoi mescolarli e abbinarli".

Dalton ha inoltre ammesso che Digital Domain poteva utilizzare solo un numero limitato dei suoi server di rendering alla volta grazie a un bug che avrebbe comportato la creazione di più dati di quanti i server potessero gestire. E il bug era così potente che avrebbe ostacolato il resto degli sforzi dello studio.

"La prima volta che abbiamo provato, l'intero studio è venuto giù", ha detto. "Diciamo solo che è davvero imbarazzante."

Kwan e Dalton, insieme alla co-direttrice creativa Valerie Grant, hanno detto a Polygon che stavano lavorando molte ore per realizzare Stilista Barbie. Nel caso di Dalton, ha lavorato fino a 100 ore settimanali, parte delle quali sono state spese per ridurre i tempi di rendering del gioco.

Poiché quei tempi iniziali erano di 20 minuti, il produttore Mattel Jesyca Durchin ha affermato che Digital Domain ha coinvolto sviluppatori esterni per aiutare con il problema. Secondo lei, quei liberi professionisti riceverebbero una retribuzione bonus "determinata da quanti secondi potrebbero togliere quel tempo di rendering".

Lo stress causato dallo sviluppo Stilista Barbie ha influenzato il suo personale, anche se molti si sono affrettati a dire che si sostenevano a vicenda durante quei periodi. Il compositore del gioco, Fletcher Beasley, ha commentato che la squadra "[had] un vero entusiasmo ed eccitazione da parte del team, che è stato contagioso e ti ha fatto venire voglia di lavorarci”.

Rapporto più ampio di Polygon su Stilista Barbie può essere letto qui, che aggiunge ulteriori informazioni sullo sviluppo tecnico del gioco e un maggiore impatto culturale.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Il famoso gioco Barbie Fashion Designer ha affrontato delle sfide tecnologiche uniche, puoi visitare la categoria eSports.

Redazione Farantube Italia

Scopri le ultime guide e notizie scritte dalla redazione di Farantube, ci dedichiamo alla scrittura di contenuti di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione ai suoi utenti. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati sul tuo dispositivo quando visiti un sito web. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Se desideri saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Politica sui cookie. Cliccando sul pulsante \"Accetto\", acconsenti all\'uso dei cookie. Se non desideri accettare i cookie, puoi rifiutarli modificando le impostazioni del tuo browser. Altro

This site is registered on wpml.org as a development site.