Nelle stanze della rabbia, puoi distruggere stampanti con martelli pneumatici Ma dovresti farlo?

10/07/2023

SAN FRANCISCO — Tre uomini adulti contro un tipografo non è stata una lotta leale. Ma ad Armando Islas e ai suoi amici non importava. I tre si sono riuniti attorno a una stampante HP defunta, brandendo martelli giganti e rimanendo in piedi tra i resti distrutti di elettronica morta.

Islas e due compagni di classe stavano festeggiando la fine degli esami di legge alla Bay Area Smash Room, un seminterrato dove i clienti pagano $ 120 o più per rompere cose per 30 minuti. Distruggere la stampante sarebbe stato una bella sensazione, dicevano, come una vendetta per le scadenti stampanti del campus che li avevano afflitti negli ultimi sei semestri della scuola di specializzazione.

Quella sorta di rabbia contro la macchina ha generato un'intera industria. In tutti gli Stati Uniti, i clienti possono prenotare sessioni in una smash room e pagare qualsiasi cifra, da dozzine a centinaia di dollari, per distruggere piatti, mobili e, soprattutto, stampanti.

Si scopre, però, che distruggere le stampanti è piuttosto pericoloso.

L'ormai controverso rituale risale ad almeno 24 anni fa al film cult di Mike Judge “Office Space”, in cui impiegati frustrati portano una stampante in un campo e la fanno a pezzi con mazze da baseball. Dal 2016 circa, le stanze smash hanno fornito uno spazio in cui le persone normali possono vivere le loro fantasie di "Office Space", e tutto ciò che distrugge fa bene allo spirito, dicono proprietari e clienti.

Perché gli americani detestano così tanto i tipografi da pagare soldi veri per colpirli con le mazze? Tante ragioni, dicono smashers. Le stampanti si inceppano ed esauriscono l'inchiostro e confondono gli stagisti, per non parlare di reati più gravi come i loro componenti insostituibili e cicli di vita brevi. (HP, il più grande produttore di stampanti per spedizioni, ha rifiutato di commentare.)

La vendetta è una motivazione comune per i clienti delle smash room, afferma Miguel Moises, che possiede e gestisce la Bay Area Smash Room nel distretto finanziario di San Francisco. E quando i visitatori fanno di tutto per richiedere oggetti particolari da rompere, c'è una buona possibilità che chiedano una stampante, dice.

"A volte ospitiamo feste aziendali e vogliono solo computer e stampanti", ha detto Moises. “Impazziscono. Non riconosci nemmeno gli oggetti che hanno rotto dopo.

Ma ci sono problemi in questo paradiso alimentato dalla rabbia. I metalli, i gas e le batterie all'interno dell'elettronica di consumo fanno male al nostro corpo, affermano gli esperti ambientali. Ora alcuni governi locali stanno proibendo del tutto alle stanze di demolizione di rompere l'elettronica, lasciando i proprietari di stanze di demolizione alla ricerca di nuovi oggetti su cui i clienti possano dirigere la loro ira.

Peter Wolf, che possiede Rage Ground, una grande sala con sede a Los Angeles, ha dovuto interrompere del tutto l'offerta di stampanti dopo che il suo governo locale ha impedito ad aziende come la sua di distruggerle. Wolf ha fatto perno e ha iniziato a offrire ai clienti più piatti e mobili, ma all'inizio è stato difficile attirare clienti senza promettere loro la tecnologia da distruggere, ha affermato.

"Tutte queste stanze della rabbia sono singole piccole imprese, quindi spetta davvero a ciascuno trovare una soluzione che funzioni per loro in termini di ottenere inventario che non sia l'elettronica a un prezzo che le persone vogliono distruggere e quanto sono creativi nel risolvere quel problema ”, ha detto Lupo. “Alcuni saranno in grado di adattarsi e altri falliranno."

Quando Wolf ha visitato una stanza rivale e ha visto che offriva ancora dispositivi elettronici, ha segnalato l'azienda ai vigili del fuoco, ha detto.

"Poiché si tratta di un'indagine attiva in corso, al momento non possiamo condividere ulteriori informazioni relative al caso", ha dichiarato Fariba Khaledan, specialista in materiali pericolosi presso i vigili del fuoco della contea di Los Angeles.

Il sito web del California Department of Toxic Substances Control afferma che mentre le stanze della rabbia non sono illegali, lo è distruggere i "rifiuti elettronici", comprese le stampanti. Indagherà su tutte le stanze della rabbia che distruggono i rifiuti elettronici e offrirà ai visitatori un pulsante per segnalare nuove stanze della rabbia nella loro zona come preoccupazione ambientale.

Ciò che sta accadendo a Los Angeles potrebbe accadere in altri luoghi, ha affermato Sarah Murray, che sovrintende al programma di riciclaggio dell'elettronica in tutto lo stato del Wisconsin presso il Dipartimento delle risorse naturali. Il dipartimento ha visitato le stanze della rabbia locali per avere un'idea di cosa viene distrutto e se c'è un rischio per i consumatori, ha detto.

Il modo in cui affrontiamo l'invecchiamento o il malfunzionamento dell'elettronica non riguarda solo le nostre comunità, ma l'intero globo, ha affermato Carlton Waterhouse, professore di diritto alla Howard University e direttore del Centro per la giustizia ambientale e climatica della facoltà di giurisprudenza. Molti dei nostri gadget emettono sostanze chimiche pericolose quando vengono fatti a pezzi e qualsiasi cosa con una batteria al litio-ferro rischia di prendere fuoco o esplodere. Le persone che entrano in contatto con l'elettronica riciclata in modo improprio, comprese le persone vulnerabili all'estero che cercano parti rivendibili nelle discariche, sono a rischio di effetti negativi sulla salute, ha affermato Waterhouse.

Larry Franklin, co-proprietario di Lose It Rage Room a Woodbridge, in Virginia, ha affermato che la sua azienda rimuove sempre l'elettronica dalle schede madri, dalle batterie e da altre parti pericolose prima di offrirle ai clienti. Non ha sentito voci secondo cui il suo governo locale starebbe regolamentando la distruzione di stampanti, ma se ciò accadesse, è fiducioso che gli affari andrebbero comunque bene, ha detto.

"Non importa davvero finché hanno qualcosa da fare", ha detto Franklin. “Vogliono urlare, urlare e piangere. Questo è più o meno il succo.

Ma il problema più grande, ha affermato Waterhouse, è che le aziende di elettronica progettano appositamente prodotti che si rompono o passano di moda. Quindi quei prodotti si accumulano nelle discariche o distruggono le stanze.

Abbiamo bisogno di un nuovo modello per riutilizzare o rinnovare le nostre stampanti a fine vita, ha affermato Waterhouse. E se ciò accade, potremmo anche aver bisogno di un nuovo bersaglio per la nostra aggressività.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Nelle stanze della rabbia, puoi distruggere stampanti con martelli pneumatici Ma dovresti farlo?, puoi visitare la categoria eSports.

Redazione Farantube Italia

Scopri le ultime guide e notizie scritte dalla redazione di Farantube, ci dedichiamo alla scrittura di contenuti di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione ai suoi utenti. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati sul tuo dispositivo quando visiti un sito web. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Se desideri saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Politica sui cookie. Cliccando sul pulsante \"Accetto\", acconsenti all\'uso dei cookie. Se non desideri accettare i cookie, puoi rifiutarli modificando le impostazioni del tuo browser. Altro

This site is registered on wpml.org as a development site.