Perché Tutta Questa Discussione sui Capelli di Miles Morales in Spider-Man 2?

02/08/2023

Riassunto
  1. La rappresentazione delle persone di colore nei videogiochi: un terreno ancora da esplorare
  2. La rappresentazione nei videogiochi: il caso di Miles Morales
  3. La rappresentazione nei videogiochi: il futuro

La rappresentazione delle persone di colore nei videogiochi: un terreno ancora da esplorare

Per un giovane uomo bianco dall'aspetto generico, vedersi rappresentato nei videogiochi non è mai stato un problema. Potrei non avere l'avvenenza di Nathan Drake e potrei avere qualche difficoltà a trovare le mie specifiche tatuature da skater boy, ma non è difficile riconoscermi nei giochi a cui gioco. Per le persone di colore, le cose non sono così semplici.

La rappresentazione nei videogiochi: il problema dei capelli

Nonostante ci siano alcuni esempi positivi di personaggi di colore nei videogiochi, la rappresentazione non è all'altezza di quella dei personaggi bianchi, sia preimpostati che creati dal giocatore. Il colore della pelle, le tonalità e la mancanza di opzioni vocali sono solo alcuni dei problemi notevoli, ma il problema più comune riguarda i capelli.

I creatori di personaggi nei moderni titoli triple-A presentano tutti gli stili di capelli bianchi possibili, inclusi tagli corti, onde, code di cavallo, creste e capelli tirati indietro. Le opzioni per i giocatori di colore sono molto più limitate, spesso ridotte a afro mal realizzati, treccine e l'occasionale comparsa di dreadlock se si è fortunati. Treccine, sfumature, onde e rasta semplicemente non sono abbastanza riconoscibili per essere inclusi, nonostante siano sia comuni, eleganti, e una parte importante dell'identità della cultura nera.

“Sono cresciuto con i capelli neri e tra molte persone con i capelli neri”, mi dice Neil Jones, sviluppatore indipendente di Aerial Knight's Never Yield. “So come sono, come si sentono, com'è quando sono giusti e quando non lo sono. Non sto dicendo che hai bisogno di tutta quella storia per fare i capelli neri nei giochi, ma le persone con quella storia e quella conoscenza saranno quelle a dirti se è giusto o no”.

La rappresentazione nei videogiochi: il caso di Miles Morales

Sfortunatamente, questa mancanza di rappresentazione non è solo un problema per i personaggi personalizzati nei giochi. Prendiamo Miles Morales in Spider-Man di Insomniac, a cui è stato dato un taglio di capelli incredibilmente sfigato che internet ha deriso perché un adolescente nero della sua età non sarebbe mai stato sorpreso con quel taglio. Le cose sono migliorate molto nel suo gioco spin-off, Spider-Man: Miles Morales, che ha visto Miles sfoggiare una sfumatura con un lineup pulito, qualcosa che è stato elogiato sia dai fan che dai critici.

L'ultimo trailer di Spider-Man 2 rivela che Miles ora ha un dreadlock fade alto al posto del suo taglio più corto dei giochi precedenti. Nonostante questo sia chiaramente uno sforzo da parte di Insomniac per rappresentare sia la crescita del personaggio che un altro stile per uno dei personaggi neri più noti e influenti dei media, è stato accolto con qualche critica.

La rappresentazione nei videogiochi: le critiche al nuovo look di Miles Morales

Come evidenziato in un tweet virale di luglio, dopo che abbiamo avuto il nostro primo sguardo al suo nuovo taglio, il taglio di capelli è ovunque nei giochi triple-A di recente ed è diventato la scelta predefinita per i personaggi di colore. Il taglio di capelli potrebbe essere nuovo per Miles e rappresentativo della sua crescita, ma è molto lontano dall'essere nuovo per una persona di colore in un gioco triple-A.

Ma non è solo per l'uso eccessivo del taglio di capelli che alcuni hanno preso a odiare il nuovo look di Miles, soffre anche del vecchio problema della rappresentazione errata della texture dei capelli neri. Una scena nel trailer mostra i capelli di Miles che fluttuano al vento mentre parla con Peter Parker, qualcosa che Blessing suggerisce dovrebbe essere attenuato nella versione completa per evitare che sembri "fluttuante".

Nonostante questi problemi, sia Blessing che Neil apprezzano il nuovo look per Miles, con Neil che dice che, sebbene non sia il loro preferito, è "meglio dell'afro/taglio corto" che il personaggio ha avuto in precedenza, con Blessing che nota che è un bel modo di mostrare come Miles è cresciuto tra i giochi. Sottolinea anche che, sebbene comprenda da dove vengono le critiche allo stile, è un buon segno di come l'industria stia prendendo sul serio i tagli di capelli neri.

La rappresentazione nei videogiochi: il futuro

Sebbene Blessing e Neil concordino entrambi sul fatto che i capelli neri stiano iniziando a essere presi più seriamente dagli sviluppatori e dai giocatori, anche se l'hightop dreadlock fade è sovrautilizzato, c'è ancora molto lavoro da fare per garantire che la rappresentazione delle persone di colore continui a migliorare.

“Assumete artisti neri e sviluppatori nel vostro team”, dice Blessing. “Fatevi lo spazio e il tempo per fare bene i capelli neri. I capelli neri spesso non sono fatti bene e ci sono molte opinioni diverse su cosa significhi una buona rappresentazione, quindi potrebbe valere la pena avere gruppi di discussione per ottenere feedback su cosa pensano le persone”.

“Avere persone di colore nella stanza e ascoltarle risolverà molti errori facili”, dice Neil. “Ma ci saranno sempre cose che le persone non accetteranno. Non puoi accontentare tutti”.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Perché Tutta Questa Discussione sui Capelli di Miles Morales in Spider-Man 2?, puoi visitare la categoria eSports.

Redazione Farantube Italia

Scopri le ultime guide e notizie scritte dalla redazione di Farantube, ci dedichiamo alla scrittura di contenuti di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione ai suoi utenti. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati sul tuo dispositivo quando visiti un sito web. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Se desideri saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Politica sui cookie. Cliccando sul pulsante \"Accetto\", acconsenti all\'uso dei cookie. Se non desideri accettare i cookie, puoi rifiutarli modificando le impostazioni del tuo browser. Altro

This site is registered on wpml.org as a development site.