Remnant 2 offre gli scontri con boss più emozionanti degli ultimi anni nel genere sparatutto

23/07/2023

Riassunto
  1. Il Ritorno di Remnant II: L'arte di un grande scontro con il boss
  2. Un nuovo livello di Boss Fight
  3. L'arte di un grande scontro con il boss

Il Ritorno di Remnant II: L'arte di un grande scontro con il boss

Il genere degli sparatutto incorpora sempre più elementi RPG, rendendo però gli scontri con i boss sempre meno coinvolgenti. Molti di questi, come in Outriders, sembrano semplicemente spugne da proiettili che qualsiasi giocatore può sconfiggere se ha un'arma sufficientemente potente. È da tempo che non vivo un vero e proprio scontro con un boss memorabile in uno sparatutto, quindi Remnant II mi ha sorpreso offrendomene ben tre in poche ore di gioco.

Il sequel dello sparatutto Soulslike Remnant: From the Ashes, sviluppato da Gunfire Games e successo inaspettato del 2019, si basa sulla formula che il suo predecessore ha stabilito, offrendo quindi molto da apprezzare ai fan del primo capitolo. All'inizio, ho faticato ad entrare in quello che mi sembrava uno sparatutto in terza persona mediocre, con alcuni livelli decisamente colorati. Tuttavia, dopo un paio di scontri con boss sorprendenti, sto iniziando a cambiare idea su Remnant II.

Un nuovo livello di Boss Fight

Per chi non ha mai giocato a Remnant II, essenzialmente si combatte attraverso una serie di dungeon ambientati in regni multiversali. Alla fine di ogni area, spesso ci sono boss malvagi che giocano con le meccaniche dello sparatutto in terza persona. All'inizio della mia campagna su Remnant II, ho esplorato un regno chiamato Yaesha e ho incontrato il mio primo boss memorabile in un luogo chiamato The Twisted Chantry.

Il boss in questione era Legion, uno specchio fluttuante potente che infliggeva danni e lentamente applicava un debuff di follia se lo guardavo direttamente; sfortunatamente, per danneggiarlo, dovevo fare proprio questo. Questa dinamica ha portato a uno scontro con il boss simile a un gioco del gatto e del topo, dove mi nascondevo dietro coperture per sfuggire allo sguardo di Legion, emergendo per danneggiarlo e gli nemici regolari che evocava ogni volta che perdeva di vista me. Giocando a Remnant II come uno sparatutto run-and-gun, mi ha fatto ripensare al mio approccio al combattimento nel gioco e ha stimolato il mio appetito per altri scontri con boss altrettanto avvincenti.

L'arte di un grande scontro con il boss

Quello che ha rafforzato il mio apprezzamento per Remnant II è stata l'ultima battaglia che ho avuto a Yaesha contro un essere chiamato Corruptor, a cui il gioco si riferisce anche come Many Faces. Il boss in sé è tecnicamente solo un cervello gigante che occasionalmente può lanciare raggi mortali lungo uno dei tre corridoi che compongono la sua arena. È un bersaglio piuttosto grande, ma lo scontro non è così facile perché il Corruptor può sacrificare un terzo di sé per creare un bio-mech che può staccare e lanciare i suoi arti.

Non solo è una visione sublimemente macabra, ma significa anche che devo anticipare gli attacchi da vicino e da lontano mentre cerco di bilanciare la difesa dal mech e il danneggiamento del cervello gigante. Ho sconfitto questo boss con solo una piccola quantità di salute rimasta mentre il mech mi caricava, rendendolo una delle vittorie più catartiche che ho vissuto in un boss fight da molto tempo.

Inizialmente, non ero un grande fan di Remnant II, ma questi impressionanti scontri con i boss hanno permesso allo sparatutto in terza persona di conquistarmi. E grazie alla struttura del gioco, ho solo iniziato a scoprire tutti i boss di Yaesha. Remnant II randomizza anche la campagna di ogni giocatore, quindi c'è ancora molto che non ho visto.

Giudicando dalle guide per i boss che esistono già online, ci sono ancora molte battaglie avvincenti che posso aspettarmi se continuo a giocare a Remnant II. Mentre avrebbe potuto seguire la linea dei suoi colleghi di genere e puntare su nemici spugna da proiettili, lo sviluppatore Gunfire Games ha invece optato per la creatività e ha utilizzato gli scontri con i boss per mettere alla prova il coraggio dei giocatori e la loro familiarità con il gioco. Dimostra come un ottimo design dei nemici possa elevare un gioco altrimenti poco più che discreto, un approccio che spero gli sviluppatori dei prossimi giochi sparatutto possano imparare.

Remnant II è ora disponibile su PC, PS5 e Xbox Series X/S per coloro che hanno acquistato l'edizione Ultimate del gioco. Per tutti gli altri, verrà lanciato il 25 luglio.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Remnant 2 offre gli scontri con boss più emozionanti degli ultimi anni nel genere sparatutto, puoi visitare la categoria eSports.

Redazione Farantube Italia

Scopri le ultime guide e notizie scritte dalla redazione di Farantube, ci dedichiamo alla scrittura di contenuti di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione ai suoi utenti. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati sul tuo dispositivo quando visiti un sito web. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Se desideri saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Politica sui cookie. Cliccando sul pulsante \"Accetto\", acconsenti all\'uso dei cookie. Se non desideri accettare i cookie, puoi rifiutarli modificando le impostazioni del tuo browser. Altro

This site is registered on wpml.org as a development site.