Remnant 2: Un Esemplare Perfetto della Tecnologia Nanite di Unreal Engine 5

25/07/2023

Riassunto
  1. Remnant 2: un'interessante evoluzione del genere action alla Dark Souls
  2. Prime impressioni su Remnant 2
  3. Il layout procedurale di Remnant 2
  4. Il dettaglio geometrico di Remnant 2 grazie al Nanite
  5. Modalità di gioco di Remnant 2 su PS5 e Series X
  6. Performance di Remnant 2
  7. Remnant 2: una delle prime realizzazioni con Unreal Engine 5

Remnant 2: un'interessante evoluzione del genere action alla Dark Souls

Remnant 2 si presenta come un'interessante evoluzione dei videogiochi action in stile Dark Souls, combinando la struttura fondamentale di questa serie con un gameplay da sparatutto in terza persona e un mondo generato proceduralmente. Questa formula, pionieristica nel primo gioco Remnant del 2019, si mostra più interessante dal punto di vista tecnico nel sequel, essendo un titolo esclusivo per console di ultima generazione che sfrutta le funzionalità dell'Unreal Engine 5 e la potenza maggiore offerta da PS5, Series X e Series S. Abbiamo testato il gioco su ciascuna di queste console per scoprire se il suo aspetto visivo rispetta l'eredità della nona generazione e se i suoi sistemi procedurali riescono a offrire un'avventura soddisfacente.

Prime impressioni su Remnant 2

Remnant 2 lascia una grande prima impressione. L'area tutorial del gioco offre un breve sguardo a una città post-apocalittica in stile "The Last of Us", che offre visivamente delle belle soddisfazioni, con un'ottima grafica, dettagli accurati e un'illuminazione avanzata che creano un ambiente coinvolgente e vissuto. Tuttavia, le ambientazioni oltre l'area tutorial sono più variegate, con alcune - come la cupa città del XX secolo di Losomn - che presentano un aspetto notevolmente meno lussuoso e un'illuminazione indiretta relativamente semplice. Questi tipi di ambienti oscuri sono spesso difficili da illuminare in modo convincente, e questo è certamente vero in questo caso.

Le funzionalità di Unreal Engine 5 in Remnant 2

Questo è forse dovuto alla mancanza di alcune funzionalità chiave dell'Unreal Engine 5, come l'illuminazione globale in tempo reale Lumen o qualsiasi effetto di ray tracing. Invece, la principale tecnologia UE5 è il sistema di geometria virtualizzata Nanite, che si manifesta in una mancanza evidente di pop-in LOD e un eccellente livello di dettaglio geometrico da vicino. Sembra anche che le mappe ombre virtuali siano state incluse e, sebbene le ombre siano uniformemente nitide, non c'è assolutamente alcun punto di cascata visibile - quindi nessun punto in cui ombre ad alta risoluzione cedono il passo a versioni a risoluzione inferiore più lontane dalla videocamera.

Il layout procedurale di Remnant 2

Un altro fattore da considerare è che le location del gioco sembrano essere composte da una serie di blocchi ambientali prefabbricati integrati attraverso un sistema di generazione procedurale. Le aree chiave in ogni location sembrano essere le stesse attraverso molteplici playthrough, ma le sezioni intermedie cambiano per ogni personaggio che si crea. Alcuni di questi blocchi possono sembrare molto attraenti, dalle interni delle fate lucidi e ornati a ambienti più tematici di fantascienza. Le aree interne in generale sembrano andare particolarmente bene, con modelli e materiali ad alta fedeltà. Quando ti avvicini a qualsiasi asset, puoi davvero apprezzare quanto possa essere fine il dettaglio. Altri blocchi ambientali, come gli esterni di Losomn, si rivelano un po' meno convincenti.

In una certa misura, la tua esperienza varierà con il modo in cui il gioco viene presentato a causa dei suoi estesi sistemi procedurali. Ho avviato il gioco con un nuovo personaggio, dopo aver giocato per circa una dozzina di ore con il mio primo, e ho incontrato un mondo completamente diverso con diversi elementi della trama. Con un altro nuovo personaggio, ho iniziato di nuovo su Losomn, ma questa volta in un'area diversa con un layout molto diverso rispetto alla mia prima partita su PS5.

Replayability e progressione in Remnant 2

Questo tipo di replayability è ben accetto - soprattutto per i recensori di DF - ma rende il gioco un po' meno coeso rispetto ad altri titoli action. Non senti realmente un forte senso di progressione mentre ti fai strada attraverso ogni zona, e non ci sono segnali visivi forti per aiutarti a tenere traccia dei tuoi progressi. Troverai la tua strada nel gioco consultando per lo più la mappa di gioco, che si riempie utilmente man mano che affronti ogni livello.

Il dettaglio geometrico di Remnant 2 grazie al Nanite

Non c'è nulla qui che sembri particolarmente ambizioso, ma ogni ambiente è ricco di dettagli geometrici in un modo che non abbiamo visto negli sforzi della scorsa generazione - compreso l'originale Remnant del 2019, che presenta ambienti più moderati e un aspetto più piatto rispetto al suo sequel. È difficile immaginare questo livello di miglioramento visivo senza puntare a console di nona generazione più potenti come base.

Alcuni problemi minori di Remnant 2

Remnant 2 ha però un paio di problemi minori. Il gioco fa largo uso di effetti screen-space, con problemi di occlusione molto evidenti quando le informazioni necessarie per SSR e ombre screen-space vengono rimosse dalla vista. Questo non è certo unico a Remnant, ma il gioco si basa su queste tecniche più della maggior parte, quindi può essere un po' distratto a volte. Anche le scene cinematografiche del gioco sono più ridotte rispetto ad altri giochi, e mancano di personaggi realistici, animazioni facciali dettagliate o scene d'azione coreografate - una conseguenza dei suoi valori di produzione più piccoli rispetto a un gioco AAA contemporaneo. Le scene cinematografiche hanno a volte alcuni problemi strani, come ombre autogenerate a bassissima risoluzione in una scena, e strani artefatti grafici subito dopo un taglio di camera su PS5.

Parlando in termini generali, però, Remnant 2 è un gioco attraente. L'arte ambientale è di alta qualità impressionante e viene realizzata con generosi dettagli poligonali alimentati da Nanite. L'illuminazione è buona, i nemici sono visivamente interessanti e rispondono in modo convincente a fuoco e attacchi corpo a corpo, e le animazioni del giocatore sono reattive. L'effetto di motion blur del gioco ha anche una piacevole lunga durata dell'otturatore, anche quando si gioca a 60fps. Remnant 2 forse non sta sfruttando al massimo l'Unreal Engine 5, ma è un gioco visivamente lucido che regge bene tra il piccolo gruppo di titoli esclusivi per l'attuale generazione.

Modalità di gioco di Remnant 2 su PS5 e Series X

Remnant 2 viene fornito con tre modalità su PS5 e Series X: una modalità di qualità a 30fps, una modalità equilibrata a 60fps e una modalità di prestazioni sbloccata. A differenza della maggior parte dei giochi contemporanei, però, queste modalità differiscono principalmente per le caratteristiche grafiche piuttosto che per la risoluzione percepita.

La modalità di qualità ha una vegetazione decisamente più densa rispetto alle altre due opzioni di modalità, mentre i riflessi screen space sono più dettagliati e coerenti, anche a distanza. Le ombre sono ad alta risoluzione, con meno interruzioni e artefatti. Sembra che ci siano una serie di piccoli ritocchi qua e là, probabilmente corrispondenti a un livello di preset Unreal Engine superiore. Nel frattempo, le modalità equilibrata e di prestazioni sembrano quasi identiche nelle immagini ferme, ma la modalità di prestazione presenta evidenti strappi a schermo pieno quando la camera si muove.

Contare una vasta gamma di risoluzioni di rendering è difficile poiché il motion blur è permanentemente abilitato e le scene cinematografiche spesso presentano profondità di campo. Basandosi su un limitato range di campioni, la modalità di qualità su PS5 e Series X è ~1296p, l'equilibrata scende a ~792p e la modalità di prestazione è ~720p. La risoluzione dinamica sembra essere in gioco qui nelle modalità di qualità e equilibrata, con la modalità di prestazione che si attiene a quel dato di 720p. Le modalità equilibrata e di prestazione sembrano anche utilizzare l'upscaling a circa 1440p, e dato l'assenza di artefatti FSR 2 sospetto che venga utilizzata qui la Temporal Super Resolution di Unreal.

Performance di Remnant 2

Questo significa una discreta rottura dell'immagine in quelle opzioni di modalità a frame rate più alto in gioco tipico, anche se non era troppo male nella mia esperienza seduto a una certa distanza da un grande televisore, e il motion blur aiuta a nascondere gran parte degli artefatti. In stills, tutte le modalità sembrano quasi identiche in termini di qualità dell'immagine, anche se in movimento la modalità di qualità offre un'immagine più stabile.

La Series S assomiglia molto alle altre due console, ma ha solo una modalità a 30fps che ha impostazioni simili alla modalità equilibrata su Series X e PS5 ma senza motion blur. La Series S sta renderizzando a ~900p internamente e viene upscalata a 1080p, quindi la risoluzione finale è sostanzialmente meno dettagliata - mentre la mancanza di motion blur e la presentazione a 30fps rendono il gioco un po' discontinuo.

Per quanto riguarda le prestazioni, sulla modalità equilibrata di PS5 siamo spesso sotto l'obiettivo dei 60fps, con cali fino ai 30 possibili in certi ambienti e nelle scene cinematografiche. La modalità di qualità a 30fps raggiunge più affidabilmente l'obiettivo del frame rate, con solo occasionali cadute di un singolo frame per la maggior parte del gioco. La modalità di prestazione aggiunge strappi a schermo ma non gioca in modo notevolmente migliore rispetto alla modalità equilibrata, rendendola una da evitare. Il gioco cooperativo potrebbe far scendere ulteriormente i frame rate, ma non ho avuto il tempo di testare questo a fondo - e la maggior parte delle oscillazioni delle prestazioni sembra legata agli ambienti piuttosto che all'azione sullo schermo, quindi questo potrebbe andare meglio del previsto.

La Series X è praticamente identica alla PS5 in termini di prestazioni, perdendo frame nello stesso posto, e in generale offre buone prestazioni nonostante alcuni cali significativi. Tuttavia, c'è una curiosa differenza - ovvero che la Series X permette al gioco di girare in un vero contenitore a 120Hz, permettendo frame rate più alti di 60fps, cosa che la PS5 non fa. Naturalmente, il gioco soffre ancora di strappi a schermo pieno intrusivi su entrambe le console in modalità di prestazione indipendentemente dal refresh rate. Stranamente, il VRR non ha impedito questi strappi a schermo nel mio test, anche se il mio TV riportava che il VRR era attivato.

Infine, la Series S raggiunge l'obiettivo dei 30fps la maggior parte del tempo, ma soffre di versioni più ripide delle stesse cadute che vediamo nelle modalità di qualità delle altre console - più quell'aspetto discontinuo che possiamo attribuire alla mancanza di motion blur.

Remnant 2: una delle prime realizzazioni con Unreal Engine 5

Sebbene Remnant 2 abbia certamente i suoi difetti tecnici, come uno dei primi giochi Unreal Engine 5 dimostra le capacità della tecnologia Nanite di UE5 con un livello di complessità visiva che supera il software della scorsa generazione. Che tu ami o meno la dipendenza da sistemi procedurali, è difficile negare che ogni elemento artigianale degli ambienti di Remnant 2 sia ricco di dettagli poligonali e appaia piuttosto gradevole in gioco.

Tuttavia, questa complessità ha un costo, con risoluzioni interne inferiori al solito che vengono solo riscattate da tecniche di ricostruzione, sebbene ancora con qualche rottura dell'immagine in movimento. Remnant 2 lotta anche per offrire prestazioni stabili, con cali di frame rate su tutte le console e modalità. È sicuramente un tentativo convincente di generazione corrente, ma a volte sembra piuttosto pesante.

Detto questo, sono rimasto impressionato da Remnant 2, e se gli sviluppatori riusciranno a risolvere alcuni dei problemi di frame rate del gioco, sarà un'impresa tecnica molto convincente. Questo è un titolo attraente, che spinge la tecnologia, esclusivo per la generazione attuale, che è una vista rara fino ad ora in questa generazione.

Se vuoi conoscere altri articoli simili a Remnant 2: Un Esemplare Perfetto della Tecnologia Nanite di Unreal Engine 5, puoi visitare la categoria eSports.

Redazione Farantube Italia

Scopri le ultime guide e notizie scritte dalla redazione di Farantube, ci dedichiamo alla scrittura di contenuti di altissima qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie per garantire una migliore esperienza di navigazione ai suoi utenti. I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati sul tuo dispositivo quando visiti un sito web. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di terze parti per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Se desideri saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Politica sui cookie. Cliccando sul pulsante \"Accetto\", acconsenti all\'uso dei cookie. Se non desideri accettare i cookie, puoi rifiutarli modificando le impostazioni del tuo browser. Altro

This site is registered on wpml.org as a development site.